Cani: Perchè no a metodi e strumenti coercitivi

Il successo dei metodi coercitivi per ‘educare’ i cani è illusorio, i danni al cane e ai proprietari sono reali e spesso permanenti.

Con la collaborazione di Fiorenza Merati, educatrice cinofila ed aromaterapeuta

Condividi

Lauretana

La mamma umana di Oban, autrice di Senti chi Abbaia. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.

Back to top
error: Content is protected !!