Il cane non può vivere in appartamento!

Diverse volte mi è capitato di sentire questa affermazione, e ogni volta mi sono ritrovata a smentire queste parole. Ora vi spiego perchè.
Sono tanti anni che ho la fortuna di lavorare con i nostri amici a quattro zampe e numerose volte sono stata chiamata dai rispettivi padroni per risolvere problematiche più o meno comuni.
Spesso ho incontrato cani con enormi giardini, con cucce meravigliose stile hollywoodiano, brandine multicolorate piazzate davanti al cancello di ingresso o magnifici tappeti adibiti a coperte per il cane.
E altrettanto spesso mi sono sentita dire che il cane ha tanto spazio e che in giardino sta bene perché sempre all’aria aperta, quindi nella “sua natura”.
E’ un pensiero frequente quello del “un cane (grande) non può vivere in appartamento” o quello del “se ho un giardino allora posso prendermi un cane”.
.
Ti sorprenderà forse sapere che prendendo i due esempi qui sopra, c’è un’altissima probabilità che tra i due, il cane più felice e completo sia il cane che vive in appartamento. Perché?
I motivi sono diversi. Partiamo dal fatto che un cane che vive in una casa senza giardino non ha altra possibilità se non quella di fare i suoi bisogni all’esterno.
Questo porta ad un risultato molto positivo e cioè che il padrone del cane necessariamente dovrà portarlo fuori almeno 3 volte al giorno. E con questa “scusa” con ogni probabilità verranno individuate zone verdi ove poter accompagnare il cane, grande o piccolo che sia…quindi tutto questo presuppone movimento e che il cane passeggi assieme al proprio padrone 3 o 4 volte in una giornata.
.
La mia esperienza purtroppo mi dice che al contrario. Il cane che vive in una casa con giardino avrà meno opportunità di muoversi, esplorare e annusare, sicuramente condividerà meno tempo con il proprio padrone. Di fatto, avere un giardino diventa una scusante per i padroni perchè il  il cane avrà “meno necessità” e quindi “meno responsabilità”, perchè comunque vada è all’aperto, comunque vada si è mosso, anche solo per fare da guardia al proprio giardino abbaiando prepotentemente contro tutti i cani che passano davanti al cancello. Inoltre se necessita di fare la pipì, c’è l’erba. Se piove e non si ha voglia di portarlo a passeggio, c’è l’erba.
E così via…
.
Ecco, questo è un pensiero molto più comune di quello che si pensi, e non c’è niente di più sbagliato e di più pericoloso. Pericoloso perchè ci si abitua a questa modalità e perchè anche il cane si abitua a non uscire e ad assumere come suo unico ruolo quello di sorvegliare il giardino o la casa stessa. Un ruolo che fondamentalmente gli diamo noi nel momento in cui lo lasciamo tutto il giorno, tutti i giorni, o la maggior parte del tempo in giardino da solo.
.
I cani, tutti i cani devono muoversi, camminare, percepire il proprio corpo nella stanchezza, nell’eccitazione, nella scoperta di cose nuove, di esperienze nuove e nel superamento delle paure. Tutto questo per lui sarà grandioso perchè verrà fatto insieme a te.
Facciamoli camminare, facciamolo per loro ma anche per noi!
Io personalmente ho scoperto la grandezza della natura grazie a Pepe, il mio cane.
Camminare da sola con lui è un’esperienza incredibile. Vi invito a farlo più spesso con i vostri amici a quattro zampe. Imparerete a conoscere meglio il loro linguaggio e scoprirete quanto potete imparare voi da loro.
.
Andate in montagna, al mare, in un bosco e capitere cosa intendo col “capire la grandezza della natura“.
Solo noi che abbiamo la fortuna di crescere e convivere con un cane possiamo capire l’importanza del camminare fianco a fianco con loro.
Quei momenti per loro sono ossigeno puro, e lo sono perché NOI siamo con loro.
Se vuoi conoscere meglio me e il mio Pepe iscriviti a questo link.

Commenti

comments

Share:
Gioia Destro
Written by Gioia Destro
Mi chiamo Gioia, sono educatrice cinofila da 6 anni e Pepe è il simil labrador che riempie la mia vita da 7 anni. Scrivere è una delle mie due più grandi passioni; l’altra sono i cani, il loro linguaggio, il loro mondo; studiarlo è una delle fortune più grandi che la vita mi abbia dato. Ho un debole per tutto quello che è dolce e sensibile. Se desideri conoscere meglio il tuo cane, iscriviti alla mia newsletter qui https://mailchi.mp/0f956eec9f9f/gioia-destro-educatore-cinofilo