I cani sono tanto simili agli umani, basta pensare ai sentimenti, agli stati d’animo, alle emozioni, e alle malattie che hanno in comune con i bipedi.

Un’altra cosa che accomuna cani e umani è la conoscenza della paura. Possono differire in ciò che causa paura.

Di cosa hanno paura i cani?

Come abbiamo visto tante volte (ad esempio qui), ogni cane è un individuo a sè, con il suo carattere, la sua personalità, la sua storie e le sue esperienze, per cui anche in fatto di paure ognuno ha le sue. Detto questo, ci sono alcune paure che si trovano comunemente tra i cani, e sono quelle di cui parliamo oggi.

#. I temporali

Ci sono tanti cani letteralmente terrorizzati dai temporali. I motivi sono diversi: dal suono dei tuoni, che alle loro orecchie sensibilissime è molto più fragoroso che per le nostre, ai cambiamenti atmosferici associati con i temporali. Secondo alcuni studi recenti, i cani sentono fisicamente l’elettricità statica che è rilasciata nell’atmosfera durante i temporali, solitamente in forma di pizzicore lungo il corpo ma in alcuni casi addirittura di piccole scosse.

#. Il veterinario

Odori, manipolazioni, dolore, persone sconosciute, rumori, feromoni di allarme lasciati dagli altri cani, mancanza di controllo su quello che succede, impossibilità di scappare, esperienze passate, la paura, lo stress e/o l’ansia negli occhi dei proprietari, sono tra i fattori che rendono le visite dal veterinario molto sgradevoli e fonte di paura per i cani. Non è inevitabile. Andare dal veterinario è inevitabile ma l’esperienza non deve essere necessariamente traumatica e per migliorarla è fondamentale il comportamento del medico e del proprietario. Tanti educatori indicano come step utile per affrontare la visita del veterinario in modo meno stressante, il passare dallo studio o dalla clinica senza fare nulla se non fermarsi, chiacchierare, sgranocchiare qualche squisitezza così da associare il posto a qualcosa di gradevole. Un problema non indifferente per questa soluzione è trovare medici disposti ad aiutare.

#. Oggetti sconosciuti

Ombrelli, cappelli, ombre, mongolfiere (quando si incontrano 🙂 ) , aspirapolvere, bici, e chi più ne ha più ne metta. In generale, per tanti cani gli oggetti sconosciuti sono fonte di paura. Fino a un certo limite la paura dello sconosciuto può essere normale, ma spesso sono patologiche, vere e proprie fobie che rendono la vita molto complicata e in quanto tali devono essere affrontate in modo serio con l’aiuto di un educatore cinofilo professionista serio e preparato.

#. Tipi di persone

La paura nei confronti delle persone può derivare da  maltrattamenti o dalla natura del cane. Una regola riconosciuta è che i cani nati paurosi tendono ad avere paura, o comunque ad essere a disagio, con le persone in generale mentre chi ha paura a causa di esperienze di vita negative è messo a disagio da tipi di persone – ad esempio gli uomini alti, oppure con la barba, oppure con il cappello oppure i bambini, etc. Visto che i cani vivono in un mondo di umani e che una reazione alla paura può essere la difesa (e quindi l’aggressione per scacciare la fonte della paura) è molto molto importante aiutare il cane che ha paura e rivolgersi ad un educatore cinofilo professionista serio e preparato.

#. Le scale

Nel naturale mondo dei cani le scale non ci sono e nonostante l’epigenetica e la co-evoluzione con gli umani, per tanti di loro, le scale sono un problema. Le cause possono essere diverse, da problemi fisici per cui farle è doloroso, a paura dell’ignoto, ad esperienze negative – ad esempio una caduta – legate alle scale.

#. I botti/fuochi di artificio

I botti e i fuochi di artificio sono un incubo per i cani – suoni, odori, effetti visivi, anticipazione dell’evento terrorizzante, sono tra i fattori principali che rendono i botti e i fuochi d’artificio un vero problema per i cani.

#. La solitudine

Abbiamo visto più e più volte che i cani non devono essere lasciati da soli a lungo perchè per loro stare da soli non è naturale e da soli soffrono. Per alcuni di loro stare da soli è un disagio, che comunque sanno affrontare serenamente (e ciononostante gli umani non devono abusarne) mentre altri hanno paura a stare da soli, non riescono a separarsi dai loro umani. L’ansia da separazione è un problema serio dei cani e richiede l’intervento di un educatore cinofilo professionista serio e preparato.

#. Moto, automobili, tram, autobus

Un po’ come per le scale, la co-evoluzione con gli umani e la epigenetica non sono sufficienti per rendere naturali per tutti i cani, e quindi non paurose, alcune invenzioni degli umani. Tra queste, le automobili, le moto, gli autobus, e il tram. Oltre al rumore e alla velocità, molti cani soffrono il movimento del mezzo meccanico, il famoso mal di mare dei bipedi.

#. Gli altri cani

La paura degli altri cani può derivare da una esposizione non adeguata a situazioni sociali, le cui prime lezioni vengono dalle interazioni con la mamma e con i fratellini. Solo che tanti cani sono portati via troppo piccoli e perdono, con consguenze negative molto importanti, questa fase cruciale per la loro crescita. Un’altra ragione per cui i cani possono avere paura degli altri cani sono i traumi, dovuti ad esempio ad interazioni negative.

Concludendo, la paura per i cani è pesante e fastidiosa e, a differenza di quello che sostengono in tanti, i cani che hanno paura devono essere confortati e sostenuti. Niente di peggio per aggravare il loro stato d’animo che avere paura e sentirsi anche abbandonati dalla loro figura di riferimento che dovrebbe dare loro sostegno e sicurezza.

Quella sopra è solo una lista di alcune delle paure più comuni, alcune delle quali sono però molto serie e richiedono di essere affrontate con la guida di un educatore cinofilo professionista serio e preparato.

Commenti

comments

Share:
Lauretana
Written by Lauretana
La mamma umana di Oban. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.