Il valore dello sguardo nella relazione con il cane

La vicinanza dei cani agli umani è straordinaria e straordinaria è la relazione umano-canina. Lo dice, tra gli altri, come i cani ci capiscono, come capiscono i nostri gesti (non li capiscono nemmeno nostri cugini scimpanzè), come capiscono quando parliamo, come ci riconoscono dal viso e lo dice anche che noi e i cani ci guardiamo e tra di noi passano sguardi.

Una relazione straordinaria

E’ eccezionale che i cani ci guardino e aspettino di essere guardati indietro. Tra di loro non lo fanno, guardarsi negli occhi è una sfida o una minaccia.

Gli effetti chimici dello scambio di sguardi

E’ scientificamente provato che lo scambio di sguardi tra un cane e il suo umano genera un alzamento del livello di ossitocina, detta anche l’ormone dell’amore, in entrambi. Lo scambio di sguardi è uno degli elementi che permette alla relazione umano-canina di svilupparsi e di rafforzarsi.

Perchè i cani ci guardano?

I cani ci guardano per comunicare. Comunicano come si sentono, il loro affetto, una emozione, un bisogno, un desiderio.

Cosa chiedono i cani con lo sguardo?

Tra le diverse cose che i cani chiedono con lo sguardo ci sono: la richiesta di informazioni – sto andando nella direzione giusta? La situazione ti pare sicura? Ci sei? , etc. -; segnalano esigenze – ho bisogno di uscire; sono a disagio qui, possiamo spostarci; sono incerto, mi dai una indicazione, ho bisogno di essere rassicurato; ho bisogno di essere confortato, etc. etc;

Cosa fare quando i cani ci guardano

Rispondere! Rispondere allo sguardo, offrire ciò che il cane cerca e di cui ha bisogno, che sia un sorriso, conferma, sostegno, sicurezza, complicità, ma anche disapprovazione se la creatura ha fatto qualcosa che non è apprezzato.

Cosa non fare quando i cani ci guardano

La cosa da non fare è non accorgersi che i cani ci guardano e ignorare il loro sguardo. E’ un errore che fa sentire il cane solo, lasciato a se stesso, è fonte di insicurezza e causa problemi importanti al cane, ai suoi comportamenti e alla relazione umano-canina. Bisogna anche ricordare che i cani manifestano il loro malessere in modi diversi, alcuni in modo molto evidente altri sono ben più sottili e comprensibili da esperti per cui affidarsi alle apparenze e pensare che non abbiano problemi perchè non sembra, non vuol dire che non li hanno.

Condividi

Lauretana

La mamma umana di Oban, autrice di Senti chi Abbaia. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.

Back to top
error: Content is protected !!