Il benessere dei cani: l’igiene orale

Per le prime 4 settimane di vita, in cui il loro nutrimento è il latte, i cuccioli non hanno i denti. Quando li sviluppano ne hanno 28 (i cuccioli non hanno i molari), i cosiddetti denti da latte che restano fino a circa 4-6 mesi quando cadono per fare spazio ai denti permanenti da adulti.

Chiunque abbia avuto un cucciolo sa che i denti dei piccoletti sono super appuntiti e il motivo è tenerissimo: la mascella dei piccoli non è pienamente sviluppata e i cuccioli non hanno tanta forza nella bocca, i dentini aguzzi permettono loro di masticare e strappare meglio.

Tutti i cani adulti, dal gigante Leonberger al piccolissimo chihuahua, hanno 42 denti (gli umani adulti invece ne hanno 32).

I cani hanno 4 tipi di denti:

  • Incisivi
  • Canini
  • Premolari
  • Molari

Gli Incisivi

Sono i piccoli denti nella parte anteriore della bocca – nella norma ce ne sono 6 sopra e 6 sotto – e i cani li usano per mordicchiare e per strappare, ad esempio li usano per togliere la carne da un osso e per pulirsi da cose che danno loro fastidio.

I Canini

Sono i denti più lunghi e appuntiti ai lati della bocca, ce ne sono 1 per lato sopra e sotto, in totale sono 4. I canini sono quelli che ‘bucano’ le cose e rompono la pelle se il cane morde e sono quelli a cui i cani si affidano per trattenere, ad esempio la corda quando si gioca al tira e molla.

I Premolari

I premolari sono quei denti a punta posizionati dietro i canini. Ce ne sono in tutto 16, 4 per lato della bocca, 8 sopra e 8 sotto. I premolari servono per strappare e recidere – si può osservare che i cani sgranocchiano gli ossi o i giochi da un lato della bocca. Stanno usando i premolari.

I Molari

Sono denti di una forma quasi piatta posizionati in fondo alla bocca. Ce ne sono due per lato nella parte superiore e 3 per lato nella parte inferiore, 10 in totale. Servono per frantumare e sono usati per masticare, il cibo o magari le scarpe…

La salute della bocca

Secondo alcune ricerce condotte negli Stati Uniti, l’80% dei cani che ha più di tre anni ha qualche forma di problema ai denti  e il rischio gravissimo di una bocca non curata è che i batteri presenti nella placca e nel tartaro infiltrino il sangue e provochino malattie del cuore, del fegato, dei reni, dei polmoni e anche del cervello.

L’igiene orale è quindi fondamentale.

Tra i sintomi più comuni di problemi orali nei cani ci sono:

  • alito cattivo
  • salivazione eccessiva
  • gengive gonfie
  • gengive arrossate
  • sanguinamento delle gengive
  • sangue nella saliva
  • denti rotti
  • tartaro
  • placca
  • inappetenza

Tra i numerosi compiti del proprietario di cane c’è quindi anche mantenere una corretta igiene orale nel proprio quadrupede e l’unico modo veramente efficace per tenere puliti i denti è spazzolarli (almeno 2-3 volte alla settimana, tutti i giorni è meglio).

Commenti

comments

Share:
Lauretana
Written by Lauretana
La mamma umana di Oban. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.