11 segnali che ami (tantissimo) il tuo cane

I cani hanno la straordinaria capacità di conquistare il cuore degli umani e da parte nostra, riusciamo ad amarli così tanto che chi non lo ha mai vissuto pensa che siamo matti.

Ecco 11 segnali inconfondibili che dimostrano quando amiamo il nostro quadrupede

#1. La prima carezza della mattina è per lei/lui: ti svegli e allunghi subito la mano sulla testolina per dargli il buongiorno.

#2. Non vedi l’ora di tornare a casa per rivederlo/a: ovunque sei, con chiunque sei, tutto quello che vuoi è tornare a casa per rivedere il quadrupede.

#3. Lo/a guardi e ti si scioglie il cuore. Come descrivere la sensazione? Un insieme di tenerezza, senso di protezione, dolcezza, connessione, legame emotivo che quando lo guardi si traduce in una parola sola: amore. 

#4. Lo riempi di baci ad ogni occasione: abbandonata ogni dignità e indifferente a quello che gli hai visto leccare per strada, non riesci a non baciare quel muso peloso ad ogni possibile occasione.

#5. Parli con lui/lei: commenti quello che vedete in giro, gli chiedi dove vuole andare, gli racconti come ti senti, per te è normale e spontaneo chiacchierare con il quadrupede.

#6. Le vacanze, quando ci sono, sono solo a 6 zampe: Come tu vai in vacanza ci va anche lui/lei ci deve andare e i posti sono selezionari solo se dog-friendly. Nello sfortunato caso in cui non riesci a portarlo, ti senti tremendamente in colpa e non fai che pensare a come farti perdonare.

#7. A pranzo, dividi la tua scatoletta di tonno a metà con lui/lei: la tua insalata prevede il tonno, la creatura pelosa adora il tonno in scatola. Che fai? Che domanda. Dividi, metà per lui/lei metà per te. Dopo pochissimo vorresti mangiare di nuovo ma la sua gioia per la squisitezza ricevuta vale ogni fame.

#8. Fai di tutto per il suo benessere: ti metti in discussione, impari un nuovo linguaggio, vai a lezione, cerchi di capire le sue necessità e ti adatti alle sue esigenze, sei parte integrante della sua vita

#9. Non smetteresti mai di parlare di lui/lei: come è, cosa fa, come è arrivato nella tua vita, i suoi gusti, etc. etc. etc. Povero l’ignaro che ti chiede del tuo cane. Nessun argomento è più grato o più ricco, non smetteresti mai di parlarne 🙂

#10. Il clima non ha più nessun significato: l’amore peloso ama stare all’aria aperta e tu lo/a porti fuori, che faccia -30°, che piova così tanto che il diluvio di Noè e della sua arca erano due goccette, che faccia un caldo che il deserto del Sahara a mezzogiorno sembra fresco, che ci sia così vento che in confronto la tromba d’aria del film Twister era una brezzolina. Qualsiasi siano le condizioni, la creatura vuole uscire e tu lo porti, anche felice di farlo.

#11. L’ultima carezza prima di andare a dormire è sua: è tutto diverso chiudere la giornata con una carezza sulla sua testolina di velluto, come l’ha meravigliosamente descritta Grazia Deledda.

Condividi

Lauretana

La mamma umana di Oban, autrice di Senti chi Abbaia. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.

Back to top
error: Content is protected !!