Per sudare servono le ghiandole sudoripare.

Gli umani ne hanno, tante, di due tipi diversi, distribuite nella pelle e infatti sudano.

Sudare serve per regolare la temperatura corporea e i motivi per cui si suda sono diversi, principalmente cambi nella propria temperatura corporea (quando si ha la febbre, si prendono medicinali per abbassarla e iniziano la loro azione, si suda), per la temperatura esterna (fa caldo, si suda) o per lo stato emotivo (tra le reazioni di ansia, stress ed eccitazione, c’è il sudare).

I cani hanno poche ghiandole sudoripare e le hanno prevalentemente sotto le zampe, sudano poco e non nel senso a cui sono abituati gli umani. Quel poco che sudano non serve loro per regolare la temperatura corporea.

Un motivo per cui sudano è lo stress: un modo da cui si nota che un cane è stressato è il bagnato che lasciano per terra quando appoggano le zampe per terra.

I cani sudano poco e non per regolare la temperatura corporea, vuol dire che non hanno armi per affrontare le alte temperature?

No no, le hanno ma non sono le ghiandole sudoripare.

Vediamo.

Quando è caldo cercano un posto fresco dove accoccolarsi per rinfrescarsi assorbendo la temperatura più bassa del terreno. Il comportamento si può notare nelle case con aria condizionata non ovunque e pavimenti diversi – ad esempio legno e mattonelle o marmo. Piuttosto che stare dove c’è l’aria condizionata ma il legno preferiscono stare dove l’aria è più calda ma il pavimento è più fresco.

I cani regolano la loro temperatura corporea tramite la respirazione. L’aria inspirata dal naso si rinfresca, e rinfresca il corpo, andando verso i polmoni. Quando le temperature esterne si alzano serve rinforzarlo e il cane ansima – l’aria che passa dalla bocca, fa evaporare la saliva che rinfresca il sangue nelle vene e nei capillari della lingua e da lì passa nel sistema circolatorio e rinfresca. Quando l’aria è rovente il sistema però non è sufficiente per regolare la temperatura corporea e se non protetti e gestiti correttamente i cani rischiano ipertermia e colpo di calore, che può essere mortale. I cani brachicefali sono ancora più a rischio.

Quando le temperature sono alte i cani devono essere protetti, le uscite devono essere adeguate alle condizioni atmosferiche, così come le attività. A rischio è la loro vita.

Commenti

comments

Share:
Lauretana
Written by Lauretana
La mamma umana di Oban. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.