I cani si riconoscono tra di loro?

E’ scientificamente provato che i cani hanno senso di sè, tanto che si imbarazzano, mentre messi di fronte a uno specchio, sono tanto smart da usarlo per aiutarsi a risolvere problemi ma sembra che non sappiano che chi vedono riflesso sono loro stessi. Per i cani, la pipì dice più di uno specchio 🙂

I cani, però, riconoscono gli umani, ne riconoscono  e distinguono il viso – per loro gli umani non sono tutti uguali.

Riconoscono sè stessi ma, parrebbe, non dall’aspetto; riconoscono e distinguono gli umani, e dei cani? Cosa vedono quando vedono gli altri cani?

Sanno che sono cani e li distinguono uno dall’altro?

Due studi di qualche anno fa si sono occupati della questione e hanno scoperto che effettivamente i cani riconoscono e distinguono, in foto per di più, i cani dagli altri animali.

Non si sa però ancora quali caratteristiche fisiche usano per stabilire che un cane è un cane.

Indipendentemente dai ricercatori, ogni proprietario un po’ attento avrebbe potuto rispondere empiricamente alla domanda se i cani riconoscono gli altri cani. Ne abbianmo costantemente la prova.

Parlo della nostra esperienza: Obanino ha 4 cani che destesta con tutte le sue forze – un Australian, un cirneco, un jack russell e un shiba inu. Quando li vede o li annusa nell’aria fa scene apocalittiche. Quando incontra altri cani della stessa razza li guarda con sospetto ma non ha reazioni così isteriche. In generale gli piacciono molto le golden femmine e, penso perchè ha una ottima amicizia con Wasabi, labrador nera, è sempre ben disposto verso le labrador nere anche se non le conosce. Eduard invece era generalmente indifferente agli altri cani ma quando vedeva un/a golden retriever si innervosiva molto. Tanti cani se hanno da giocare lo fanno solo o preferibilmente con altri della loro razza.

Come questi ci sono tanti altri esempi di vita con il cane che ci fanno pensare che i quadrupedi riconoscono gli appartenenti alla loro specie.

Il fatto è peculiare se ci si riflette perchè i cani sono una specie esteticamente molto molto variata, forse la più al mondo: sono egualmente cane un esserino di 1kg e un esserone da 80Kg, per non parlare della varietà di colori e forme del muso, delle orecchie, del corpo, oltre alla diversità di manto in cui si presentano i quadrupedi. Eppure tutti, in un modo o nell’altro, devono avere quel je ne sais pas quoi che li rende diversi dagli animali del creato.

Confermato che i cani riconoscono gli altri cani, arrivano anche a distinguere se sono di una razza o di un’altra?

Non parrebbero esserci studi ad ora che si siano occupati della questione ma alcune considerazioni possono aiutare a trovare un barlume di risposta, se anche se priva di valenza scientifica.

I cani non si presentano e non si pongono tutti nello stesso modo e seppure siano tutti diversi uno dall’altro, membri di una stessa razza tendono ad avere interessi simili, a muoversi in modo simile, a giocare in modo simile, e a presentarsi in modo simile ed è ipotizzabile che i cani riconoscano quegli elementi. Se poi all’equazione si aggiunge l’uso dell’olfatto, beh, è immaginabile che anche per i cani non tutti i cani soano uguali ma alcuni lo sono più di altri.

Commenti

comments

Share:
Lauretana
Written by Lauretana
La mamma umana di Oban. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.