La salute dei cani: l’Agopuntura

Anche in veterinaria si usa la medicina non convenzionale.

Qualche tempo fa abbiamo parlato della omeopatia che abbiamo conosciuto per aiutare Oban con la sua spondilosi, oggi ci occupiamo di un’altra medicina non convenzionale, dalle radici antichissime e che è scientificamente dimostrato essere molto efficace per aiutare i cani con problemi di salute e il cui uso è suggerito anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità: la Agopuntura.

 

Ne abbiamo parlato con la Dottoressa Barbara Bellomo, medico veterinario e Coordinatrice Scientifica della SIAV (Società Italiana di Agopuntura Veterinaria).

Gentile Dottoressa, grazie infinite per il tempo che ci dedica.

D (Dogdeliver): Non è estremo fare l’agopuntura ai cani?

BB (D.ssa Barbara Bellomo): Non lo è.

La Medicina Tradizionale Cinese (MTC) e l’Agopuntura sono discipline millenarie che sono state codificate nell’arco di molti secoli di pratica clinica e sperimentazione non solo sull’uomo ma anche sugli animali. Esistono tavole e trattati molto antichi di Agopuntura per gli animali a cui oggi si affiancano le moderne conoscenze scientifiche e gli studi clinici.

D: Quando si ricorre all’agopuntura? Per quali malattie/problemi di salute?

BB: Le patologie che possono essere trattate sono molte, classicamente tutte le patologie algiche, osteomuscolari e locomotorie.

Si ottengono eccellenti risultati anche nelle patologie della sfera riproduttiva, nelle cardiopatie, negli squilibri ormonali, nelle patologie infettive ed immunomediate, nei problemi dell’apparato respiratorio, nelle patologie geriatriche e nei problemi comportamentali.
Inoltre si può prendere in considerazione l’Agopuntura non solo a fini terapeutici ma anche per elevare le prestazioni e migliorare le performance negli animali atleti.

D: Perchè fare l’agopuntura?

BB: I cani trattati con l’Agopuntura e quelli che seguono i peculiari piani di prevenzione diventano molto più resistenti alle malattie e persino vivono più a lungo! L’Agopuntura non solo agisce nel senso terapeutico, esattamente come un farmaco allopatico, ma favorisce una eccellente condizione di salute e di benessere fisico e comportamentale che rende il cane più attivo, assertivo, più dinamico.

D: Come si stabilisce che l’agopuntura è un trattamento da seguire?

BB: A stabilirlo deve essere una precisa diagnosi allopatica che segue i principi della medicina occidentale, ed una precisa diagnosi energetica secondo i canoni della MTC (medicina tradizionale cinese).

Mi preme ricordare che la diagnosi occidentale e cinese sono di esclusiva competenza del medico veterinario, unico soggetto legittimato ad effettuare diagnosi sugli animali. Pertanto è bene sottoporre il proprio cane a sedute di agopuntura solo presso Medici Veterinari esperti in Agopuntura la cui formazione specialistica è definita da Documento della Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani (FNOVI).

D: Nella Sua esperienza nei confronti dell’agopuntura c’è la stessa diffidenza che c’è nei confronti dell’omeopatia e se sì, come si risponde a chi senza conoscerla non ci crede?

BB: Nella mia esperienza clinica di Medico Veterinario esperta in Agopuntura ho trovato diversi colleghi scettici verso ciò che non conoscono. Molto spesso le critiche all’Agopuntura e alle altre MNC (medicine non convenzionali) vengono mosse per pregiudizio e non perchè si sia effettuata una corretta disamina delle basi scientifiche e cliniche di queste medicine.

Mi è capitato anche di incontrare proprietari di animali che erano ugualmente scettici ma che comunque si erano rivolti all’Agopuntura come ultimo tentativo terapeutico e i risultati clinici ottenuti sono stati la migliore evidenza dell’efficacia dell’Agopuntura ed anche le persone più riottose di fronte all’evidenza hanno dovuto ammettere la validità dell’Agopuntura, tanto più che essa era applicata in situazioni estreme.

A tal proposito mi preme sottolineare due aspetti importanti: l’Agopuntura va presa in considerazione non solo come estremo tentativo ma anche in corso di patologie croniche o recidivanti dove l’intervento energetico mirato dell’Agopuntura spesso può determinare un miglioramento nella condizione che si sta trattando.

E poi, per tornare alla domanda inziale, una Medicina non dovrebbe essere giudicata sulla base del crederci o meno: si tratta di scienza, il credere riguarda altri settori della vita non certo questa. Una medicina è valida e la si applica sulla base di specifiche conoscenze scientifiche.

D: L’agopuntura è sostitutiva o complementare all’omeopatia o alla medicina convenzionale?

BB: L’Agopuntura è una medicina a sè, non è alternativa o complemetare alla medicina convenzionale o alle altre medicine non convenzionali.

Oggi si parla molto, nel settore veterinario, della Integrazione delle medicine per cui in alcune patologie, come ad esempio le patologie croniche, quelle degenerative (oncologiche), quelle infettive ma anche nel recupero funzionale o post-chirurgico e nella riabilitazione è possibile intervenire con specifici programmi terapeutici integrati, a cui partecipano le diverse discipline mediche, ricordando che vi sono situazioni in cui è necessario intervenire chirurgicamente ed anche con sollecitudine.

Il fine di tale integrazione è potenziare l’atto medico veterinario e quindi massimizzare l’efficacia dell’intervento del veterinario su qualsiasi affezione del cane.

D: Quanto dura una terapia con agopuntura?

BB: Dipende dalla patologia. In Agopuntura ogni paziente è unico, quindi il piano di trattamento è individualee si basa sul tipo di patologia, gravità della condizione, durata della malattia, stato psicofisico ed energetico del soggetto.
Al fine di ottenere i migliori risultati terapeutici, i casi acuti dovrebbero essere trattati con sedute ravvicinate, anche ogni giorno, quindi gli intervalli tra una seduta e l’altra vengono prolungati. I casi cronici necessitano mediamente di un tratttamento ogni 7-10 gg. Le razioni benefiche indotte dall’Agopuntura iniziano già durante la prima seduta. In base alla condizione di squilibrio che si sta trattando occorreranno mediamente 3-5 sedute per ristabilire un solido equilibrio.

D: Quanto dura una seduta di agopuntura?

BB: Circa 30 minuti, comprende non solo l’applicazione degli aghi ma anche terapie quali la moxibustione ed alcune monovre di Tuina (massaggio cinese). Possono anche essere applicate l’elettrostimolazione e la laserpuntura.

D: Da un punto di vista pratico, come si fa a fare l’agopuntura sui cani? Non si spaventano e agitano quando vedono e sento gli aghi?

BB: L’approccio terapeutico dell’agopuntura sui cani prevede manualità che i cani gradiscono molto. L’infissione degli aghi è indolore trattandosi di aghi di dimensioni minime (0,30 cm x 1-2,5 cm). Spesso cani molto agitati durante la seduta tendono molto a rilassarsi e persino qualcuno ad addomentarsi!

D: Nella sua opinione, perchè è suggeribile considerare le terapie non convenzionali per curare i cani?

BB: A suggerire l’introduzione delle MNC nei sistemi sanitari degli animali è l‘Organizzazione Mondiale della Sanità che con numerosi documenti vede in queste medicine un notevole incremento dell’atto medico a favore dei pazienti. Del resto gli studi clinici e le evidenze della pratica quotidiana mostrano quanto l’Agopuntura e le altre MNC siano efficaci e valide nel trattamento dei nostri cani.

D: Qualsiasi veterinario può fare l’agopuntura o ci sono veterinari e centri specializzati?

BB: Come accennato in precedenza, la FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani) ha stabilito con un Documento del Gennaio 2009 le Linee guida per l’erogazione delle MNC sugli animali che prevede che, essendo Medicine, siano di sola pertinenza del Medico Veterinario e che questi abbia seguito un corso formativo specialistico triennale.

D: Nel caso il proprio veterinari di fiducia non considerasse le medicine non convenzionali, a chi ci si può rivolgere per avere i riferimenti di veterinari esperti in agopuntura?

BB: Ci si può rivolgere alla sede degli Ordini dei Medici Veterinari della provincia di residenza o consultare il sito o fare specifica richiesta alla Società Italiana Agopuntura Veterinaria-SIAV

D: E’ costosa l’Agopuntura?

BB: Pur trattandosi di una visita specialistica, una seduta di Agopuntura ha costi di poco superiori a quelli di una normale visita clinica (ovviamente i costi variano da una città all’altra).

Grazie infinite
Grazie a Lei per l’opportunità!!

Commenti

comments

Share:
Lauretana
Written by Lauretana
La mamma umana di Oban. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.