Giocare con le scatole

Abbiamo visto che i cani sono animali molto intelligenti, che amano lavorare e per i quali il gioco è importantissimo (clicca qui). Tra le tante attività che si possono fare con il proprio quadrupede c’è una categoria particolarmente affascinante, gli esercizi di attivazione mentale.

Gli esercizi di attivazione mentale sono perfetti da fare in casa, quindi una soluzione ottima per i giorni di pioggia, e servono ad esercitare la mente del cane, svilupparne l’intelligenza e la capacità di ragionamento. Per loro sono anche molto faticosi, si valuta che una sessione di esercizi di attivazione mentale di mezzora li stanchi quanto due ore di corsa.

Gli esercizi di attivazione mentale sono quei giochi in cui il cane è posto di fronte a un problema che deve riucire a risolvere da solo. Il problema consiste nel riuscire a prendere una squisitezza che è stata nascosta.

Il bello di questi giochi è che oltre ad essere molto divertenti e stimolanti per i cani si fanno anche le cose più comuni che si hanno in casa. In altre parole, non richiedono alcuna spesa. Ce ne sono anche di già pronti in commercio ma i cani sono super intelligenti e una imparano rapidamente come si risolvono per cui si finisce per doverne comprare in quantità. La vita quotidiana ha il vantaggio di offrire decine per non dire centinaia di opportunità diverse, e tutte gratis 🙂

Oggi con Obanino ci siamo divertiti con diversi tipi di scatole (di scarpe, di formaggini, di profumo, di tazze) in cui avevamo nascosto pezzetti di biscotto di pasta frolla alla vaniglia per cui va matto. In due esercizi la scatola con il biscotto era nascosta dentro un’altra scatola per cui ha prima dovuto aprire la prima scatola, poi sentire e capire che il biscotto era nell’altra scatola nascosta dentro e poi ancora lavorare per prenderlo.

Ecco un po’ di foto.

Gli esercizi di attivazione mentale hanno ottimi benefici per i quadrupedi perchè il cane che scopre di saper risolvere problemi da solo aumenta la propria autostima, la fiducia e la sicurezza in sè stesso e affronterà più serenamente le situazioni che incontrerà nella sua vita. Non solo, gli esercizi di attivazione mentale rafforzano il rapporto con il proprietario.

E’ bellissimo vedere la loro mente che si sviluppa e vedere come progressivamente riescono a risolvere problemi sempre più difficili.

Alcune accortezze da seguire nello svolgimento:

– meglio farli quando il cane ha un po’ fame (avrà più voglia di cercare la squisitezza)

– iniziare le prime sessioni con esercizi molto facili e poi pian piano che impara renderli più difficili

– NON lasciare solo il cane mentre fa gli esercizi

– NON aiutare il cane mentre fa gli esercizi, anche se viene vicino e piange alla ricerca di aiuto.

– NON inneggiare, NON sgridare, NON spingere

– Concludere sempre la sessione con un successo

– La durata media ideale di ogni sessione è di circa 40 minuti. Quanti esercizi entrano in ogni sessione dipende dal cane ovviamente, dal tempo di cui ha bisogno per risolverli.

E poi soprattutto, la parole d’ordine è divertirsi e imparare 🙂

Condividi
Scroll Up
error: Content is protected !!