Dai padrona, non fare la timida

Avere il cane fa bene al fisico e alla mente e fa fare amicizie!

Empiricamente i proprietari lo sapevano già ma ora lo conferma anche la scienza, nello specifico una ricerca molto interessante condotta su 2692 persone dalla School of Population Health della University of Western Australia.

Facciamo tre casi esemplificativi.

#1. Tante persone quando vedono un cane si fermano e iniziano a parlare del quadrupede con chi lo sta accompagnando e poi se il destino vuole, da cosa nasce cosa.

#2. Un altro motivo per cui grazie ai cani si conoscono persone nuove è che a volte i quattrozampe spingono per conoscere un altro cane e per arrivare all’essere desiderato portano con sè il loro umano e facilmente l’incontro si trasforma in un momento di socializzazione anche tra umani.

#3. Un terzo motivo sono gli orari e i luoghi di uscita, se uno esce più o meno sempre alla stessa ora e va negli stessi posti incontra altri che hanno la stessa routine e non è raro che il rapido scambio iniziale si trasformi in una (e più) amicizie.

Gli studiosi hanno rilevato che i quadrupedi facilitano la conversazione perchè parlare di cani è un argomento ‘sicuro’ e percepito positivamente dalle parti coinvolte (a noi proprietari quanto piace parlare delle nostre creature!) e con il passare del tempo la conversazione si può evolvere verso altro.

Come dice il saggio, se sono rose fioriranno 🙂 

In altre parole, si può dire che i cani aprono la porta e poi gli umani possono decidere se attraversarla e fare amicizia.

Un altro aspetto che sottolineano i ricercatori è come le conoscenze nate grazie ai cani diventano spesso amicizie vere e profonde con tutto ciò che di bello e positivo esse portano con sè: dal sostegno emotivo ed affettivo derivante dal parlare della propria vita, condividere preoccupazioni e timori, ricevere consigli, confrontarsi, all’aiuto pratico nelle sue varie forme (sapere a chi lasciare il cane, etc.), alla vera e propria socializzazione (inviti, uscite a cena, etc.).

In poche parole, la gran parte delle amicizie nate grazie ai cani creano quello che gli scienziati chiamano sostegno sociale in quelle forme che riducono lo stess e migliorano la qualità della vita.

La conclusione: chi ha il cane vive meglio e le zone dove ci sono cani e proprietari hanno una qualità di vita migliore!

Io devo ringraziare prima Eduard e poi Obanino perchè mi hanno fatto incontrato persone che sono diventate molto speciali per me, tra tutti Barbara, Cinzia, Federica, Gaia, Junio e Laura. La mia vita sarebbe diversa senza di loro.

Condividi

Lauretana

La mamma umana di Oban. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.

Back to top
error: Content is protected !!