Le cause di stress nei cani

Vediamo 3 situazioni:

Cerchiamo di cambiare canale alla tele e il telecomando non reagisce. Invece di controllare la pila, lo scaraventiamo per terra e lo distruggiamo in mille pezzi.

La dolce metà chiede un consiglio su cosa mettersi per un incontro di lavoro e in risposta viene invitato ad andare a quel paese.

Dobbiamo fare una cosa super importante e urgente e nonostante tutto l’impegno non viene fuori nulla.

e altre 3 situazioni:

Usciamo con il quadrupede, solitamente molto pacato, e al primo cane che si avvicina per odorarlo reagisce come se volesse mangiarlo.

Portiamo il quadrupde per la passeggiata e si impianta ogni 30 m, nessun motivo apparente.

Una mano si allunga per accarezzarlo (nel modo corretto), e lui solitamente pacioso risponde con un bel ringhio minaccioso.

6 situazioni diverse, 2 protagonisti oltretutto di specie diversa (un umano e un cane) ma il motivo all’origine dei comportamenti è lo stesso, così come la possible causa scatenante.

Il motivo dietro i comportamenti è lo stress: l’umano e il cane sono stressati, sono sfiniti, non si controllano e hanno reazioni esagerate.

La possibile causa scatenante dello stress, spessissimo sottovalutata particolarmente nei cani, è la mancanza di adeguato riposo.

Approfondiamo.

Abbiamo visto più volte che  fare attività, fisica e mentale, è fondamentale per il benessere fisico e mentale dei cani  (e degli umani).

Altrettanto fondamentale, sia per i cani sia per gli umani, è riprendersi dalla fatica fisica e mentale, e quindi staccare e  rilassarsi.  

Un cane stanco è come un umano stanco: i nervi sono a fior di pelle, tutto è più difficile, i problemi sembrano insormontabili, tutto da fastidio, le reazioni sono fuori misura, etc. etc. etc.

Un cane riposato, così come un umano riposato, è in possesso delle sue capacità fisiche e mentali ed è più sereno.

L’esperta cinofila americana Beverley Courtney spiega che alcuni cani sanno di dover riposare mentre altri devono imparare a farlo ed evidenzia come si osservano cambiamenti importanti (in positivo) quando cani paurosi, molto reattivi, ansiosi, ‘scoprono’ il riposo.

I cani che non sanno riposarsi hanno bisogno che qualcuno insegni loro a farlo, il compito è dell’umano e comprende inserire nella loro giornata una routine di calma che non comprende alcun tipo di attività.

Il re del riposo è il sonno e i cani hanno bisogno di dormire ancora più a lungo degli umani – secondo alcuni esperti devono dormire almeno 17 ore al giorno.

Non so se il sonno di cui hanno bisogno sia uno degli aspetti della vita dei cani che cambia da cane a cane. Oban ad esempio dorme al massimo 8-10 ore al giorno ma ho l’impressione che senta di avere bisogno di riposarsi perchè se anche di giorno è rarissimo che si lasci andare al sonno, tutte le sere più o meno alla stessa ora si ritira in un angolino buio e tranquillo della casa e dorme per alcune ore di seguito.

Commenti

comments

Share:
Lauretana
Written by Lauretana
La mamma umana di Oban. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.