Il rapporto dei cani con gli umani supera l’immaginazione

1. Padrone, tu per me sei un cane fichissimo
I cani sono molto bravi a districarsi dalle situazioni in cui di volta in volta si trovano nella vita con gli umani 코어소리영어. Chiunque abbia un quadrupede lo vive quotidianamente. Il fatto già di per sè affascinante lo diventa ancora di più se si pensa che seguono attentamente tutto ciò che facciamo ma ci attribuiscono le loro intenzioni, le loro conoscenze, le loro paure 다음 인코더. In altre parole, interpretano le nostre azioni in chiave canina.

2. Padrone, io so riconoscere il tuo viso
Per i cani il viso degli umani è una fonte di informazioni importanti, e già questo è un fatto molto significativo Roll ttf. Ancora più interessante è sapere che i cani, sulla base delle caratteristiche del viso, riescono a distinguere tra le persone che conoscono e quelle che non conoscono 무료 인포그래픽. Ma non solo, sulla base delle caratteristiche del viso, tra le persone che conoscono sanno individuare i loro proprietari.

3 완미세계 모바일. Caro padrone per me sei meglio di una salsiccia
I cani sono molto golosi e seppure ognuno ha i suoi gusti anche per loro ci sono alcune cose che in termini assoluti sono più goduriose di altre (ad esempio una salsiccia è sicuramente più interessante di una carota) ed è stato dimostrato che riescono meglio nelle attività premiate con la cosa più squisita kms tools portable 2019 다운로드. Immaginabile? Forse sì. Meno ovvio e molto commuovente è quello che avviene quando  accanto alla squisitezza si introduce l’umano che dotato di premio meno prelibato indica al cane cosa fare: tra la super squisitezza e le indicazioni del suo umano, il cane segue queste ultime Download Naver Maple Story.

4. Contagio emotivo
E’ scientificamente dimostrato che durante le interazioni positive tra il cane e il suo padrone avviene quella che gli studiosi definiscono ‘sincronizzazione psicologica e ormonale’ tra il quadrupede e il suo umano Download the Happy Death Day subtitles. E’ anche noto che i cani riescono a discriminare tra gli stati d’animo degli uomini e sono dotati di grande empatia, che lo stress aumenta la loro memoria così come avviene per gli umani e che il livello di stress degli umani influenza la performance dei cani relativamente alla memoria 응답하라 1988 9화.

5. Non piangere piccolo bimbo
Il contagio emotivo di cui al punto che precede è stato rilevato anche nel caso del pianto di un bambino, che genera nei cani reazioni sia psicologiche sia fisiologiche Download skeleton keys. Quando sentono il pianto di un bambino i cani adottano una posizione, che gli studiosi considerano unica nel suo genere, che è allo stesso tempo di allerta e di sottomissione e hanno un aumentato il livello di cortisolo salivare (che indica la reazione allo stress).

6. Padrone non ti preoccupare ci penso io: i cani anti-esplosivi
Alcuni studi hanno rivelato che quando nello svolgimento del loro lavoro aumenta il livello di stress dell’handler – e quindi si riduce la sua attenzione – migliora la performance del cane. L’ipotesi è che aumentando lo stress e diminuendo l’attenzione dell’umano, si riduce anche il suo controllo sul cane che quindi assume su di sè la gestione della situazione e mostra al meglio quello che sa fare.

7. Gli handicap fisici non sono un limite
E’ scientificamente provato che i cani che non vedono o non sentono possono imparare tanto quanto quelli che non hanno limiti fisici e hanno comportamenti che non si differenziano dai loro pari senza invalidità. L’unica cosa che richiedono sono metodi educativi che tengono conto dei loro limiti sensoriali e quindi proprietari ancora più dediti e disposti ad impegnarsi per il benessere del loro quadrupede.

8. I numeri
Secondo alcuni studi i cani potrebbero riuscire a contare, ed è stato rilevato che hanno maggiore facilità a contare oggetti piuttosto che pezzi di cibo.

9. La memoria
E’ stato scientificamente provato che i cani riescono a distinguere e ricordare la dimensione e il colore di un oggetto rispetto ad un altro.

Commenti

comments

Share:
Lauretana
Written by Lauretana
La mamma umana di Oban. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.