Quante domande!

Mi capita spesso di incontrare persone che, in cerca di un cane in adozione, si lamentano di alcuni canili e delle tante domande e controlli che vengono fatti pre e post affido. In tanti mi dicono: “Avevo scelto quel cane ma non me l’hanno dato. Sta meglio a casa mia che in canile” e via dicendo.
La verità è che il canile ha a cuore il benessere del cane, un cane che ha già subito un abbandono e che ha sì bisogno di affetto e di una famiglia, ma ha anche bisogno del padrone più giusto per lui, e viceversa!
A volte le persone arrivano e pensano di portarsi il cane a casa il giorno stesso in cui mettono piede in canile, purtroppo, o per fortuna, non funziona esattamente così.

E’ vero le domande sono tante, però il lavoro dei volontari è quello di assicurare a voi e al cane la scelta migliore a seconda delle vostre abitudini, della vostra età ecc… Avete presente la scena iniziare della “Carica dei 101“, dove Pongo commenta le coppie di cani che passano per strada per cercare moglie a Rudy e, tutti i cani sembrano essere in perfetta simbiosi con i padroni? Ecco… il risultato vorremmo fosse (sempre) quello!

Vi faccio un esempio pratico. Mia mamma, qualche mese fa, voleva adottare un cane. Si era innamorata di un cucciolo di un canile vicino a casa nostra dove lavorava una sua amica. Le aveva anche già dato il nome, Malika, ed era follemente conquistata da questa cagnolina. Mia mamma, seppur sia molto giovanile e, a volte, venga scambiata per mia sorella (???!!!@#9765$”!!?=/&% ARGH!) ha comunque pur sempre passato i 60 anni. (non posso svelare l’età giusta altrimenti mi uccide!!!) 
Il cucciolo che lei aveva scelto era di taglia medio grande, ora… voi ve la immaginate a passeggio con questa cucciolotta al guinzaglio? Per farla breve, sarebbe stata lei a portare fuori il cane o il cane a portare in giro la mia dolce mammina tirandola a destra e a sinistra? Un cucciolo di quella taglia, avrebbe gradito la vita e i ritmi di una signora di quell’età? Molto probabilmente no, si sarebbe adattata, come succede in tanti casi, ma non sarebbe stata un’adozione azzeccata!

Fortunatamente (grazie anche a me che le ho fatto una testa tanta) si è resa conto in tempo che la sua scelta non era la più corretta per lei e che, il suo desiderio di volere un cane stava annebbiando la sua capacità di valutazione. Questo, in particolare con i cuccioli, capita spesso perché sono letteralmente IRRESISTIBILI.
Così come capita spesso che i cani vengano riportati in canile dopo pochi giorni o dopo poche settimane dall’adozione. E per loro è la cosa peggiore perché subiscono, per la seconda volta, l’abbandono.
Noi da volontari, da amanti dei cani e degli animali, cerchiamo di fare in modo che questo, ovviamente, NON avvenga.

“Quando si sceglie di vivere con un cane, è per sempre. Non lo si abbandona. Mai.
Mettetevelo bene in testa, prima di adottarne uno.”  D. Pennac

Per questi motivi preferiamo fare tante domande a chi viene a trovarci con l’intenzione di adottare un cane, per questi motivi vi consigliamo un cane piuttosto che un altro e, sempre per gli stessi motivi, vengono fatti i controlli prima e dopo l’affidamento. Vedere un cane adottato, ricevere le foto mentre gioca contento e felice insieme alla sua nuova famiglia, per noi è una gioia immensa! Quindi NON scoraggiatevi se in canile i responsabili vi fanno tante domande e vi danno molte indicazioni in merito al carattere del cane e sulla sua indole. Sono cose fondamentali per voi e, quando porterete a casa il vostro cane, sarà una gioia infinita!

Condividi

Azzurra

Ho amato gli animali fin da subito, fin da quando ne ho memoria. Ho una passione sfrenata per i cani, i miei compagni di vita da sempre. Sono volontaria in un canile della Brianza e a ogni turno mi innamoro sempre di più dei cani ospiti del nostro rifugio! Sogno un mondo in cui l'uomo possa essere il miglior amico del cane… e non solo il contrario!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top
error: Content is protected !!