La meningite nei cani

Abbiamo visto in più occasioni che purtroppo anche i cani si ammalano e tante delle patologie che possono affliggerli sono le stesse che colpiscono gli umani.

Una di queste è la meningite, di cui ci occupiamo oggi.

La meningite è una malattia del sistema nervoso centrale data dall’infiammazione delle membrane protettive che ricoprono l’encefalo e il midollo spinale (le meningi).

I sintomi della meningite nei cani variano sia in tipo sia in intensità a seconda di quanto sia progredita l’infiammazione e quali parti del sistema nervoso centrale sono state colpite.

Alcuni tra i sintomi della meningite sono:

  • Spasmi muscoli sulla schiena, il collo o le zampe anteriori
  • Sensibilità al tocco
  • Debolezza
  • Testa che ciondola
  • Depressione
  • Vomito
  • Perdita dell’appetito
  • Difficoltà a mangiare
  • Agitazione
  • Febbre
  • Pressione bassa
  • Perdita della vista
  • Apatia e torpore
  • Instabilità e perdita dell’equilibrio
  • Convulsioni
  • Paralisi
  • Confusione e disorientamento
  • Aggressività fuori dal normale
  • Coma

I sintomi sopra elencati, che comunque non sono esclusivi della meningite, richiedono l’intervento immediato del veterinario.

Cause della meningite

La meningite può essere dovuta a infezioni batteriche iniziate da qualche parte nel corpo e migrate verso il sistema nervoso centrale causando l’infiammazione delle meningi e quindi la meningite, può essere dovuta a infiammazioni di origine virale, da parassiti o funghi e ci sono alcune forme con origine autoimmune. In alcuni casi di meningite è impossibile identificarne la causa.

Tra le cause della meningite ci sono:

  • Infezioni agli occhi, al naso, alla cavità nasale, alle orecchie
  • Infezioni derivanti da ferite
  • La rabbia
  • Il cimurro
  • Il morbo di Lyme
  • Infezioni ai dischi vertebrali
  • Infezioni alle ossa nell’area della spina dorsale
  • Rickettsia

Predisposizione

Si ritiene che alcune razze siano più predisposte di altre verso la meningite, tra queste i Beagle, i Bernesi, i Maltesi e i Carlini.

Come viene diagnosticata
Si arriva alla diagnosi di meningite tramite un accurato esame fisico ed esami di laboratorio il cui più importante è l’analisi del liquido cerebrospinale, a cui si aggiungono analisi del sangue, risonanza magnetica, ecografia addominale, radiografia addominale e toracica, analisi della pelle, occhi, secrezione nasale e della saliva.

Come si interviene
Il cane diagnosticato con la meningite viene ricoverato e sottoposto a terapie il cui obiettivo primario è eliminare l’infiammazione, ridurre il dolore e controllare le convulsioni.

Quali medicine si usano
A seconda del tipo di meningite
Corticosteroidi
Antiepilettici
Chemioterapici
Antibiotici
Antimicotici

La prognosi
Un trattamento rapido e aggressivo è cruciale anche se l’efficacia non è garantita e la prognosi in generale non è molto favorevole.
Anche con terapie che si rivelano efficaci perchè i sintomi dimiuiscano possono volerci anche più di 4 settimane, in cui ovviamente il cane deve fare una vita molto controllata. Le recidive sono comuni.

Commenti

comments

Lauretana
Written by Lauretana
La mamma umana di Oban. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.