Come i cani manipolano gli umani

Quante volte ci capita di pensare che gira e rigira i nostri pelosi ottengono sempre quello che vogliono?

Un brevissimo sondaggio informale tra gli amici cane-muniti e la risposta è, spessissimo.

Ecco, la sensazione è corretta e scientificamente provata ed è l’argomento di oggi.

Riguarda un aspetto dei cani di cui in un modo o nell’altro tutti i proprietari hanno esperienza ma quando ti dicono che cosa è hai difficoltà a crederci.

Il fatto è questo, i cani sono grandi manipolatori – sanno come ottenere quello che vogliono – e gli umani possono essere creta sotto le loro zampe.

Il che non vuol dire che bisogna considerare negativamente il comportamento – o, peggio ancora, trovare in esso conferma che i cani sono dominanti e se non si vuole soccombere si deve sottometterli perchè non è così. Saper manipolare è un segno delle capacità di ragionamento sociale dei cani, un segno della loro intelligenza sociale, e quindi va ammirato se non addirittura apprezzato.

Elaboriamo.

Prova a resistermi se ci riesci

La questione ha almeno due aspetti.

Uno è che i cani sanno come ottenere quello che vogliono – mettersi a pancia in sù per ricevere grattini, appoggiare le zampe sui piedi per avere un pezzettino di dolce, fissarti mentre dormi per costringerti a svegliarti e a uscire, darti le spalle per essere filati, far finta di stare poco bene per avere attenzioni e così le tante altre cose che fanno che ci fanno divertire, arrabbiare, innervosire, intenerire.

La ricercatrice Marianne Heberlein del Department of Evolutionary Biology and Environmental Studies della Università di Zurigo racconta che a casa sua c’era l’abitudine di dare un premietto ai cani quando tornavano dopo aver fatto l’ultima pipì della sera e un giorno si è accorta che uno dei pelosi correva fuori, faceva finta di farla e tornava dentro per avere il premietto.

Il comportamento l’ha incuriosita, ci si è dedicata e ne è derivato uno studio che ha scoperto che i cani ricorrono a strategie per ottenere qualcosa che vogliono – lei le definisce sotterfugio tattico.

In termini assoluti non c’è niente di male nè in loro che lo fanno nè in noi che li assecondiamo, anzi, è una parte bella della vita con i cani vedere cosa si inventano.

Possono insorgere problemi quando si eccede. Nei casi ad esempio in cui il cane chiede, l’umano concede sempre e tutto e nell’evoluzione della situazione il cane può addirittura arrivare ad abusare, sia psicologicamente sia fisicamente, dell’umano.

Un esempio (grazie a Cinzia per la chiacchierata): il cane chiede qualcosa senza nemmeno volerla, solo per vedere l’umano alzarsi per fare qualcosa per lui/lei. Il parallelo con i bambini è impressionante.

In questi casi la convivenza è molto difficile ed è fortemente suggeribile rivolgersi ad un educatore cinofilo professionista serio e preparato con cui intraprendere il lavoro necessario per migliorare la situazione.

Non sono carinissimo?

Il secondo aspetto di come i cani manipolano gli umani riguarda le loro epressioni.

Quante volte si commenta ‘quando mi guarda così proprio non gli resisto’? 

Ecco. Secondo una recente ricerca della University of Portsmouth, le espressioni dei cani e il risultato che ottengono non sono casuali.

I fetentoni pelosi sono ben consapevoli di quando gli umani prestano loro attenzione e quando serve usano espressioni facciali – in particolare, sembra, mostrare la lingua e spalancare gli occhioni – che gli umani apprezzano particolarmente.

Finora si riteneva che le espressioni dei cani fossero involontarie, la ricerca invece ha svelato che le espressioni sono una forma di comunicazione, anche verso gli umani.

Commenti

comments

Share:
Lauretana
Written by Lauretana
La mamma umana di Oban. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un'esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.