Un cucciolo non è un regalo

Girano liste di proposte per i regali di Natale e da più parti, anche su giornali e siti in teoria autorevoli e che quindi dovrebbero avere un minimo di responsabilità, si trovano liste che tra i suggerimenti includono un cucciolo di cane.

Una mostruosità che lascia sconcertati e indignati

Violando ogni netiquette useremo anche caratteri cubitali per parlare di questa aberrazione.

UN CANE, CUCCIOLO O GRANDE CHE SIA, NON E’ UN REGALO, NON E’ UN PACCHETTO, NON E’ UNA COSA.

UN CANE E’ UN ESSERE VIVENTE ED E’ UN COMPAGNO DI VITA.

Un compagno che va accudito, seguito, a volte difficile, sempre indifeso ed innocente, che dipende totalmente dagli umani per la sua vita e il suo benessere.

I numeri precisi degli abbandoni dei cani in Italia non esistono ma i cani abbandonati sono tanti, tantissimi, centinaia di migliaia ogni anno. I canili e i rifugi sono pieni di quadrupedi di ogni razza ed età che cercano una casa dove essere amati.

Presentare un cucciolo come un regalo che si trova sotto l’albero, come un peluche caldo che si muove, incrementa il diffondersi di una cultura che mercifica i cani e aumenta il rischio degli abbandoni e NON DEVE ESSERE FATTO.

Chi non si è adeguatamente preparato ed informato e prende un cucciolo “perchè è tanto adorabile” scopre prontamente che per il nuovo arrivato la casa è un bagno, mobili, tessuti, ninnoli, scarpe e pantofole giochi da sgranocchiare, il piccolo ha dentini che bucano qualsiasi cosa, deve uscire spesso e in tutte le condizioni climatiche, abbaia se è lasciato da solo, piange di notte, etc. etc..

In altre parole, scopre che il delizioso batuffolo non è un peluche ma è un essere vivente molto impegnativo e faticoso. 

Il passo dal ritenerlo un problema al cercare il modo più rapido per liberarsene è praticamente immediato. Chi paga è il cane.

Un cane deve essere una scelta responsabile, ragionata, mai frutto dell’impulso del momento, e chi ne prende uno deve sapere che sta facendo una scelta di vita, che porta al proprio fianco un compagno inimitabile, unico, ma veramente impegnativo.

Chi compra un cane sulla base dell’emotività rischia grosso, chi suggerisce di regalare un cane per Natale è un demente e un irresponsabile.

Commenti

comments

Share:
Lauretana
Written by Lauretana

La mamma umana di Oban. Ama la montagna, leggere e scrivere, ha un debole per la mozzarella. Pensa che i cani siano creature straordinarie e la vita con loro un’esperienza meravigliosa. Come il suo peloso, è riservata e abbastanza timida. Tra i suoi amici più cari, due quadrupedi, Baffina, che abita vicino a casa, e Robin, che è andato in cielo e resterà per sempre nel suo cuore.